Dieta integrale e benessere del cuore

By
Updated: Giugno 17, 2019

Per mantenere in buona salute il muscolo più importante del nostro corpo ossia il cuore, l’attività fisica regolare è fondamentale, ma l’impatto maggiore è svolto dalla dieta. Per salvaguardare il benessere e la salute non è sufficiente eliminare i grassi ma fare in modo che ogni giorno il nostro corpo riceva sufficienti quantità di fibre e cibi integrali, frutta secca, frutta e verdura, olio extravergine di oliva.

È proprio la scienza a confermare l’impatto dell’alimentazione sia in termini di migliori livelli di colesterolo registrati, sia soprattutto una inferiore incidenza di morte per cause cardiovascolari. Questo studio in particolare è stato svolto presso l’Università di medicina in Arizona e si caratterizza per una lunghissima durata complessiva pari a 57 anni.

Il regime più salutare per il cuore? Quello integrale

Tale significativa e approfondita indagine scientifica ha confermato che i soggetti che avevano seguito un regime alimentare particolarmente ricco di cibi integrali senza nemmeno porre troppa attenzione ai grassi, avessero conseguito maggiore beneficio ed in particolare registrato una inferiore incidenza di decessi per problemi cardiovascolari.

La maggior parte degli studi condotti tra gli anni 60 e gli anni 80 aveva confrontato la classica dieta rispetto alla stessa impoverita di grassi totali. I livelli di colesterolo registrati risultavano inferiori ma non accadeva lo stesso sul numero delle cause di morte o infarto. Confrontando quindi i dati raccolti dal 1957 in poi, la dieta integrale mediterranea si è dimostrata estremamente efficace in termini di prevenzione, facendo registrare altresì migliori livelli di colesterolo LDL.

La dieta mediterranea integrale e gli integratori

Una delle qualità principali della nostra dieta mediterranea è lo scarso apporto di grassi animali e grassi saturi a favore di quelli benefici derivanti dall’olio extravergine di oliva e dalla frutta secca. La combinazione degli alimenti che favoriscono una migliore salute cardiaca risulta ancora più efficace della maggior parte dei farmaci, sul medio-lungo periodo: i risultati hanno infatti dimostrato che la dieta integrale e una buona attenzione circa il consumo di grassi buoni ha rappresentato la strategia ideale per garantirsi una salute duratura.

Alla luce di queste scoperte quindi è opportuno aumentare il consumo dell’olio extravergine di oliva rispetto ai classici burri, panna e margarine, aumentando le quote riservate a cereali integrali, frutta e verdura, frutta secca e pesce, per chi consuma derivati animali, in maniera da rendere ancora più efficace la propria dieta in chiave salutistica.

Rispetto ad una semplice dieta a basso contenuto di grassi e colesterolo quindi, la raccomandazione di una dieta integrale promuove un migliore impatto sul benessere generale.

Per quanto riguarda gli integratori che possono essere associati a questo percorso alimentare, suggeriamo quelli ricchi di omega tre ed antiossidanti e nel caso di una pratica sportiva regolare e intensa, possono risultare estremamente utili anche i prodotti a base di vitamine, minerali e proteine in funzione delle esigenze del singolo individuo.

A seconda poi dell’obiettivo generale ad esempui conservare il peso, aumentare la massa o favorire un percorso dimagrante, risulterà importante determinare un bilancio di calorie adeguato al risultato che si vuole ottenere ed in particolare un deficit calorico per coloro che vogliono perdere i chili di troppo, un pareggio calorico per chi vuole mantenere l’attuale peso ed un bilancio positivo per chi cerchi di aumentare la propria massa muscolare magra.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply