Focus sugli antiossidanti

By
Updated: dicembre 24, 2018

Gli antiossidanti sono una categoria di integratori la cui utilità è universalmente riconosciuta, sia nell’ambito sportivo, che per qualsiasi altro tipo di esigenza nella vita comune. I radicali liberi sono atomi o molecole caratterizzate da elettroni spaiati che sbilanciano la carica elettromagnetica complessiva con il risultato di tentare di pareggiarla prelevando un elettrone ad un altro atomo, innescando una reazione a catena.

Qualora in questo processo fossero coinvolti atomi strutturali delle cellule, il danno può innescare invecchiamento, malattie, cancro.

L’attività degli antiossidanti in ambito sportivo

La presenza di radicali liberi è assolutamente normale e caratterizza qualsiasi reazione biochimica che avvenga a livello cellulare, in particolare nelle reazioni che utilizzano l’ossigeno per produrre energia. Il nostro corpo dispone di una serie di meccanismi difensivi che tengono sotto controllo la presenza di questi radicali liberi e li neutralizzano: si tratta proprio degli antiossidanti.

L’attività fisica aumenta la presenza di radicali liberi poiché aumenta anche l’utilizzo dell’ossigeno. Questi radicali liberi possono anche determinare danni diretti alla muscolatura. Bisogna però ricordare che l’attività fisica migliora anche la naturale capacità antiossidante del nostro corpo quindi chi risulta ben allenato è anche più in grado di contrastare i radicali liberi. Tuttavia nei soggetti poco allenati e nelle condizioni di sovra-allenamento la presenza di radicali liberi supera la capacità di autodifesa del corpo. A questo punto quindi la categoria dell’atleta, i soggetti debilitati, e i fumatori, sono i migliori candidati all’assunzione di prodotti integratori di antiossidanti, sia per contrastare i radicali liberi, sia per migliorare le proprie performance fisiche.

Gli antiossidanti più importanti da integrare

In tempi recenti la scienza ha imparato a riconoscere centinaia di sostanze con capacità antiossidante ognuna delle quali lavora in sinergia con le altre. Uno squilibrio tra le varie forme di antiossidanti potrebbe risultare anche dannoso quindi è opportuno non enfatizzare solo una sostanza ma preoccuparsi di averle tutte nel giusto quantitativo.

Se è vero che esistono tante varietà di antiossidanti è anche vero che esistono molte famiglie di radicali liberi: per contrastarli il corpo produce degli antiossidanti che ricevono o donano un elettrone convertendo lo stesso antiossidante in un radicale libero fino a generare prodotti di scarto innocui.

Tra gli antiossidanti più importanti, che devono essere presenti nell’ambito del proprio programma di integrazione, ricordiamo la vitamina E che è una molecola liposolubile capace di produrre radicali tocoferolo e tocoreossili. La vitamina C o acido ascorbico rigenera la vitamina E a partire dai suoi radicali e la sua presenza è fondamentale per fare in modo che la vitamina E possa produrre vantaggi e non danni.

Il glutatione lavora in sinergia con la vitamina E ma sua volta necessita di selenio per fermare i radicali e consentire l’attività del glutatione. La vitamina A è essenziale per la vita e viene sintetizzata a partire dal betacarotene che a livello di integrazione è il formato preferibile non avendo problemi di tossicità anche ad elevate dosi. Il rame e lo zinco migliorano l’azione dell’enzima che neutralizza  iradicali superossido mentre i flavonoidi sono una sotto categoria dei polifenoli che rappresentano un’importante fonte antiossidante che ci protegge ad esempio dei danni solari.

Questi prodotti sono molto importanti soprattutto negli allenamenti aerobici di resistenza quando vengono maggiormente prodotti i radicali liberi dell’ossigeno.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply