Un integratore per rigenerare i tessuti: scopri qual è

By
Updated: aprile 12, 2019

La vitamina C, nota anche come acido ascorbico, corrisponde ad una molecola assolutamente necessaria per la vita che influenza la crescita e la salute di tutte le cellule e dei tessuti. Parliamo di un micronutriente che è richiesto dal nostro corpo in piccole quantità e che l’organismo umano non può immagazzinare. Trattandosi di una sostanza idrosolubile essa viene eliminata con le urine e per averne sempre un quantitativo sufficiente va assunta con regolarità attraverso il cibo. Una carenza di vitamina C genera un impatto estremamente negativo sulla salute, procurando patologie come anemia, disturbi alle gengive, emorragie.

Una delle funzioni più note della vitamina C è sicuramente quella di antiossidante che contrasta l’attività dei radicali liberi responsabili del precoce invecchiamento cellulare, radicali che tendono ad accumularsi in situazioni stressanti, durante la digestione o per via dell’esposizione a sostanze pericolose come il fumo o le radiazioni solari. Un’altra caratteristica importante della vitamina C è il suo ruolo nell’assorbimento del ferro e soprattutto di quello che possiamo ricavare dai cibi di origine vegetale. La vitamina C insieme al ferro ne aumenta la biodisponibilità (ed è per questo che si tende a condire il classico piatto di spinaci con del succo di limone).

Perché assumere vitamina C, soprattutto se sei uno sportivo

Un’altra attività importante della vitamina C sempre molto apprezzata dai sportivi è la promozione del collagene che va a costituire la struttura della pelle, dei vasi sanguigni e dei legamenti. Essa è utilizzata anche per sintetizzare alcuni neurotrasmettitori e la carnitina; inoltre questo micronutriente partecipa al metabolismo delle proteine e ai processi di guarigione delle ferite e dei traumi.

Esistono alcuni integratori di vitamina C che racchiudono in un’unica dose il quantitativo giornaliero da assumere, tuttavia in questo caso è molto importante curare l’apporto costante di questo micronutriente assumendo cibi che contengano vitamina C anche durante il resto della giornata perché come abbiamo detto siccome si tratta di una sostanza che il corpo non trattiene va continuamente introdotta. Altri integratori invece racchiudono la dose giornaliera frazionata in più compresse o capsule ed in questo caso abbiamo un prodotto che va a coprire totalmente le ventiquattr’ore.

Reperire vitamina C dal cibo di tutti i giorni

Per quanto riguarda la presenza di vitamina C negli alimenti che comunemente mangiamo bisogna valutare che il quantitativo varia in funzione della conservazione del cibo perché in genere i prodotti freschi ne risultano molto più ricchi. Frutta e verdura lasciate alla luce si impoveriscono velocemente della vitamina e anche alcune forme di cottura generano delle perdite dei micronutrienti. Per questo il consiglio principale per assumere vitamina C dall’alimentazione è preferire frutta e verdura fresche e crude.

La frutta e la verdura contengono vitamina C in misura variabile, gli agrumi ad esempio ne sono particolarmente ricchi ma non sono gli unici. Tra i migliori cibi che apportano vitamina C infatti ricordiamo anche l’uva, la papaya, il kiwi, le fragole, l’ananas, i lamponi, il mango, i mirtilli ed il melone. Per quanto riguarda la verdura ricordiamo i peperoni, i broccoli, i cavoli, gli spinaci, le cime di rapa, le patate, la zucca e i pomodori.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply