Vuoi dimagrire? Ecco cosa conta davvero

By
Updated: Agosto 5, 2019
cosa serve davvero per dimagrire

Ogni giorno sentiamo parlare di una nuova dieta, dai nostri conoscenti, leggendo i giornali o sfogliando siti Web più o meno specializzati. Sembrano davvero infinite le strategie da seguire e diventa sempre più difficile individuare cosa sia realmente importante nell’ottica di una perdita di peso salutare.

Bisogna tenere in considerazione la glicemia oppure conta di più il computo delle calorie? Quale regime alimentare risulta più indicato tra la metabolica, la dieta a zona o tutte le altre proposte di medici e nutrizionisti?

Il deficit calorico è la chiave per dimagrire

Ovviamente questa domanda che tutti o quasi si pongono meriterebbe una risposta estremamente articolata. L’unica cosa che davvero è valida per tutti è il principio del bilancio calorico negativo. Questo significa che dobbiamo introdurre meno calorie rispetto a quelle consumate.

Tale obiettivo si può raggiungere sostanzialmente in tre modi: in primo luogo introducendo un numero inferiore di calorie e questo può significare mangiare meno in termini di quantità o scegliendo comunque alimenti meno calorici. Tuttavia bisogna tenere in considerazione che il nostro corpo risponde con un adattamento e il metabolismo nel tempo tenderà a rallentare fino ad impedire una ulteriore perdita di peso. Ci sarà quindi un livello oltre il quale non si riuscirà ad andare – sfruttando questa strategia.

L’altro percorso è quello di aumentare il dispendio energetico, dedicandosi maggiormente all’attività fisica ma stando comunque attenti a quel che si mangia, per non compensare completamente le energie spese muovendosi.

Volendo individuare l’approccio più completo promuoviamo quindi una dieta controllata ed equilibrata che miri a un deficit calorico del 10% in sinergia ad un’attività fisica giornaliera che determini un ulteriore dispendio del 10% per un totale di un -20% che consente di perdere peso in maniera graduale e senza abbattere il metabolismo basale che resta stimolato dall’attività fisica. Prodotti come la Synephrine di Haya Labs aiutano non solo a tenere attivo il metabolismo ma anche a tenere sotto controllo l’appetito.

Se da una parte le calorie sono il fattore principale, dall’altra non dobbiamo dimenticarci di far attenzione alla qualità del cibo, programmando una dieta povera di grassi saturi e di zuccheri semplici – che vanno a peggiorare la sensibilità all’insulina. Bisognerà inoltre frazionare i pasti e stare attenti anche all’indice glicemico per favorire la cosiddetta calma glicemica, un aspetto che rende la dieta ancora più efficace.

Un aiuto importanto può provenire da integratori naturali che aiutano a bruciare grassi più facilmente, come il Lipo 6 Black Intense.

Dieta e integratori: un approccio personalizzato

Per quanto riguarda la scelta del regime alimentare, raccomandiamo di evitare le diete squilibrate come ad esempio la metabolica e la Atkins che possono funzionare ma solamente sul breve o al massimo sul medio termine. La dieta a zona invece può rappresentare un buon esempio per dimagrire ma non è un’alimentazione adatta a tutti in maniera universale anche se la maggior parte degli individui potrà trarne giovamento.

In conclusione quindi raccomandiamo un approccio altamente personalizzato sia per quanto riguarda l’individuazione della dieta corretta che per la programmazione dell’attività fisica. Questo binomio fondamentale potrà essere affiancato dalla scelta di integratori corretti e da un dosaggio calibrato sull’obiettivo e ancora una volta sulla persona. Chi avesso voglia di accelerare il dimagrimento localizzato usando ad esempio prodotti per intervenire anche dall’esterno sull’adipe, una interessante alternativa può essere questo gel termogenico per uomo: Sculpture Thermogenic Gel da 250ml.

Anche se il panorama dei supplementi alimentari ci mette a disposizione un’infinità di scelte, è bene affidarsi al consiglio del proprio specialista che conosce la nostra situazione di salute, l’eventuale assunzione di farmaci e in ultimo la potenziale presenza di allergie o intolleranze.

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply